chi siamo

17/12/2012 in

Trasformare la fuga in circolazione dei talenti. Dare la possibilità a chi si trova temporaneamente o stabilmente all’estero di contribuire con idee e competenze al rinnovamento e alla crescita dell’Italia.

Fare in modo che chi è “dentro” non si consideri un talento “sprecato”, mentre chi è “fuori” non debba sentirsi un talento “esiliato”.

E’ questa la missione di ITalents, da realizzare tramite la costruzione di una ampia e solida rete e attuando strumenti e iniziative che consentano ai giovani una partecipazione attiva allo sviluppo del Paese, in particolare attraverso lo stimolo all’imprenditoria, il riconoscimento del merito e il sostegno dell’innovazione ad ogni livello – industriale, artistico, istituzionale. L’associazione nasce con spirito indipendente, apartitico. Mira a divenire un «creative energy accelerator» che aiuti a sprigionare la creatività italiana, facendo emergere i talenti migliori che vivono e lavorano in patria e all’estero.
Un’importante parte dei progetti di ITalents si rivolge proprio ai giovani italiani “emigrati”.

Non è un caso che ITalents nasca proprio nell’anno in cui si festeggia il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. L’ambizione è quella di contribuire a costruire un’”Italia diffusa”, dove più dei confini conta la rete, aperta al cambiamento continuo. Coerentemente con tale obiettivo ITalents vuole favorire un cambiamento culturale, che consenta di passare dalla logica della cooptazione a quella del merito, dalla gerontocrazia al rinnovo generazionale, dai diritti acquisiti alle opportunità, dall’assistenzialismo al welfare attivo, dalla conservazione all’innovazione, dalla precarietà subita alla flessibilità virtuosa.

Press Kit

Vai alla barra degli strumenti