Stai visitando l'archivio per carriera Archives - ITalents.

Incontro tra talento e opportunità

17/10/2016 in News

Basta un solo solo click, attraverso il sito ufficiale dell’evento e potrete essere tra i migliaia di giovani da tutto il mondo che concorreranno per prendere parte al Festival ideato dall’Associazione Giovani nel Mondo – no-profit nata in Italia per favorire percorsi di internazionalizzazione in un’ottica di accesso alle carriere – per far incontrare il talento di studenti e neo-laureati con centinaia di opportunità internazionali.

Un’occasione di incontro e networking tra giovani, istituzioni, società, ONG, organizzazioni internazionali, aziende e network televisivi e radiofonici, il tutto patrocinato da importanti enti, tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, le Agenzie ONU di IFAD e World Food Programme, il Ministero degli Affari Esteri, il Comitato Giovani UNESCO e Roma Capitale.

L’iter online di candidatura ai vari progetti è semplice e diretto, e permette ai giovani iscritti di scegliere il programma più adatto a loro per lanciare la propria carriera ed eventualmente di usufruire di una delle tantissime borse di studio a disposizione.

L’evento si terrà dall’11 al 14 Marzo 2017 a Roma e sono previsti vari workshop, seminari e stand dove gli studenti potranno acquisire direttamente delle abilità pratiche.

I partecipanti possono scegliere all’interno del Festival il percorso più adatto a loro sulla base del proprio background accademico e delle proprie aspirazioni lavorative.

Quattro in particolare i percorsi proposti:
ROME MODEL UNITED NATIONS – Simulazione delle Nazioni Unite, indicata per studenti di relazioni internazionali, scienze politiche e giurisprudenza;
ROME BUSINESS GAME – Simulazione di case studies aziendali, indicata per studenti di economia, ingegneria, marketing e informatica;
ROME PRESS GAME – Simulazione di attività giornalistiche, web, radio e televisione, indicata per studenti di comunicazione, interpretariato e traduzione, lettere e filosofia;
CORSO DI ORIENTAMENTO ALLE CARRIERE INTERNAZIONALI – Corso pratico di orientamento al carriere internazionali, indicato per studenti di tutte le discipline.

Il Festival ha anche una sezione espositiva che è la Fiera delle Carriere Internazionali, una grandissima area aperta sia ai partecipanti dei 4 progetti che al pubblico. La Fiera sarà quindi suddivisa in un’area formazione e in un’area lavoro e consentirà a migliaia di giovani un incontro diretto con esperti del settore sia se alla ricerca di una formazione adeguata che se invece orientati ad uno stage e tirocinio in azienda, istituzioni internazionali e ONG.

Uno dei punti chiave del Festival è l’approccio pratico alla ricerca del lavoro in ambito internazionale e la possibilità di incontrare esperti del settore e delle risorse umane alla ricerca di talenti da inserire nel proprio organico. L’articolato mondo delle carriere internazionali non avrà più segreti per i partecipanti che avranno l’opportunità di confrontarsi face to face con funzionari degli Organismi Internazionali, rappresentanti delle più importanti ONG in Italia e nel Mondo, HR di prestigiose aziende, rappresentanti delle top Universities e Business School.

 

Officina dei nuovi lavori, 12mila i giovani già formati da Google

12/10/2015 in News

In sei mesi di attività l’Officina dei nuovi lavori, progetto formativo gratuito avviato a Roma da Google e da Fondazione Mondo Digitale, ha già registrato la partecipazione di quasi 12mila ragazzi. La maggior parte ancora studenti, ma anche tantissimi giovani disoccupati.

LEGGI ANCHE: stage, una guida e un app per chi si affaccia al lavoro

L’Officina offre ai ragazzi tra i 15 e i 29 anni, con precedenza a chi non studia nè lavora, 4 laboratori e 2 distinti percorsi formativi, dalla tecnologia immersiva agli effetti visuali, dalla narrazione interattiva all’utilizzo delle stampanti 3D, senza trascurare attività più tradizionali di problem solving e motivazione.

Talenti in viaggio, verso un futuro lavorativo migliore in Italia

13/04/2015 in News

Hanno colto l’occasione di aumentare le proprie chances lavorative presentando un percorso di formazione cucito su se stessi. Sono i molti candidati che hanno partecipato alla XVI edizione del bando “Progetto Professionalità Ivano Becchi”. I 25 vincitori dell’edizione 2015-2015 hanno conquistato un’opportunità straordinaria: svolgere un’esperienza di formazione professionale personalizzata, totalmente finanziata e gratuita, in qualunque parte del mondo, con l’obiettivo poi di rientrare in Italia e mettere a frutto quello che hanno appreso.

Una vera e propria circolazione di Talenti quella che dal 1999 viene promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia: l’iniziativa da allora, di anno in anno, ha portato un numero sempre maggiore di giovani di talento a cogliere questa eccezionale occasione di crescere professionalmente. Appartengono agli ambiti lavorativi più disparati, provengono da percorsi di studio eterogenei, sono desiderosi di acquisire nuove conoscenze e competenze altamente specializzate. Gli assegnatari, che hanno tra i 18 e i 36 anni e vivono o lavorano in Lombardia, si accingono a concretizzare i loro sogni professionali seguendo progetti su misura presso imprese, associazioni, istituti universitari o di ricerca, scuole e pubbliche amministrazioni, centri di eccellenza, in Italia e in altri Paesi, senza alcuna spesa.

Il livello delle candidature rispecchia la solida preparazione dei ragazzi selezionati e la loro ferrea volontà di costruirsi un futuro migliore a partire dall’affinamento delle loro capacità pratico-lavorative. Originalità e forza innovativa contraddistinguono i progetti vincitori, coerenti all’obiettivo a cui i candidati aspirano: una carriera all’altezza delle proprie potenzialità nel settore da loro scelto. Stati Uniti e Gran Bretagna si confermano al primo posto tra le aree geografiche ospitanti, ma c’è anche chi si recherà in Ghana o a Singapore. La ricerca, dall’ambito medico a quello economico, è il settore di specializzazione più richiesto, seguito da arte e cultura.

I vincitori di quest’anno provengono in particolare dalle province di Bergamo, Brescia e Pavia. Saranno 3 ragazze a rappresentare il talento e la voglia di migliorare la propria carriera in provincia di Bergamo. Valentina, 30 anni, di Romano, che lavora nell’ambito della grafica, ha scelto di specializzarsi nello User Experience Design e potrà farlo presso un’agenzia creativa di Monaco di Baviera. Daniela, 28 anni, di Stezzano, si dedica, invece, alla ricerca economica, focalizzandosi sulle discriminazioni di genere. Partirà per il Lussemburgo, dove, al centro LISER, analizzerà i fattori alla base delle differenze economiche tra uomini e donne. Mentre Fabiola, 33 anni, biotecnologa, proviene da Monasterolo del Castello e si occuperà di gestione dei rifiuti, in particolare elettrici ed elettronici, nei Paesi in via di sviluppo: il suo progetto sarà articolato in due fasi, presso l’Università di Northampton (UK), prima, e l’Associazione Africa 70, in Guatemala, poi.

Quattro invece partiranno da Brescia partiranno. Marzia Bolpagni, ingegnere edile, approfondirà la conoscenza di un innovativo modello di gestione degli appalti pubblici, il Building Information Modelling, alla Massachusetts Port Authority. Sara Bortoletto, laureata in lingue e culture orientali presso l’Università Ca’ Foscari, collaborerà con il Museo di Arte Orientale di Torino apprenderà come valorizzare al meglio i frutti di una cultura di cui è innamorata. Londra e Barcellona le mete della giornalista Alessia Marsigalia (collaboratrice anche di ITalents) che andrà a studiare il modello del giornalismo costruttivo all’interno di redazioni che lavorano secondo questo nuovo paradigma. Infine, c’è anche un musicista tra i premiati: Paolo Pezzangora, che trascorrerà un periodo in Gran Bretagna, dove sarà impegnato presso l’Orchestra of The Swan con l’obiettivo di migliorare le sue conoscenze musicali.

Giuseppe Balduzzi, Antonio Citro, Chiara Lungo, Cristina Marelli e Fabio Rotondi sono tra i 25 vincitori della XVI edizione del bando “Progetto Professionalità Ivano Becchi”. Grazie alla straordinaria opportunità di formazione professionale offerta ogni anno, fin dal 1999, dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia potranno svolgere i percorsi di specializzazione da loro stessi proposti, in Italia o all’estero, totalmente finanziati e gratuiti.

Dalla città di Pavia provengono Giuseppe Balduzzi (31 anni), Cristina Marelli (32), Antonio Citro e Fabio Rotondi (entrambi 29). Il primo, ingegnere civile, si dedicherà alla progettazione di strutture in legno in Austria, presso l’Università Tecnologica, mentre la seconda approfondirà le sue competenze nel settore dell’europrogettazione in Belgio, con L’European Projects Association. Citro e Rotondi, invece, hanno scelto l’ambito medico-sanitario: si occuperanno, rispettivamente, di rigenerazione d’organo a scopo terapeutico contro il diabete, a Boston, e di gravi malattie neurologiche, ad Amsterdam. Infine il focus di Chiara, 32 anni, saranno gli archivi letterari del Novecento, in merito ai quali desidera accrescere le sue conoscenze. Si recherà a Firenze, presso il Gabinetto Viesseux, e a Berna.

Per tutti loro il Progetto Professionalità, sostenuto e finanziato dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, rappresenta un ottimo trampolino di lancio verso un futuro professionale all’altezza del loro talento. E noi glielo auguriamo di cuore.

Unione Forense Tutela dei Diritti Umani: una borsa di studio in palio

05/03/2015 in News

Carriere Internazionali ha messo in palio una borsa di studio a copertura totale per il Corso di specializzazione sulla CEDU organizzato da Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani.

Unione forense_borsa di studioUnione Forense per la Tutela dei Diritti Umani è un’associazione di avvocati fondata il 2 marzo 1968.  L’associazione opera in molte regioni italiane grazie al lavoro che le proprie sezioni distaccate svolgono per garantire l’effettiva implementazione della tutela dei diritti umani. Per realizzare i suoi fini, l’UFTDU ha identificato, nel corso degli anni, quattro aree strategiche di azione: formazione, advocacy, progettazione, mediazione ,avendo sempre come fine ultimo la promozione e la garanzia dell’universale esercizio dei diritti umani

L’ Unione Forense offre un Corso di specializzazione sulla Convenzione europea dei diritti dell’uomo organizzato in moduli monotematici. Il corso sarà articolato in una serie di 6 distinti moduli della durata di sei ore ed è prevista la possibilità di seguire ciascun modulo anche singolarmente. L’idea è nata dal ruolo sempre più significativo che la Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU) è venuta assumendo negli anni nel contesto di 47 Paesi membri del Consiglio d’Europa. Da qui l’importanza di approfondire la conoscenza di alcuni temi maggiormente trattati nella giurisprudenza della Corte EDU e di conoscere il funzionamento e la struttura di questo giudice sovranazionale.

La sede del corso è a Roma e si terrà dal 20 marzo al 3 luglio 2015. Per presentare la domanda c’è tempo fino al 16 marzo. Tra i requisiti richiesti: essere avvocati, magistrati, praticanti avvocati e laureandi in giurisprudenza, operatori del diritto, rappresentanti delle ONG specializzate nel settore dei diritti umani, funzionari della pubblica amministrazione o coloro che intendano conseguire una specializzazione nelle materie della CEDU

Programma del Corso:

Venerdì 20 marzo 2015: Il ricorso individuale

Venerdì 24 aprile 2015: Il processo dinanzi alla Corte europea

Venerdì 15 maggio 2015: Diritto alla vita e divieto di tortura

Venerdì 22 maggio 2015: Le garanzie in materia penale

Venerdì 19 giugno 2015: Vita privata e familiare

Venerdì 3 luglio 2015: La tutela della proprietà

Per maggiori informazioni visitare il sito di Carriere Internazionali

 

Stage nel settore dei diritti umani con Amnesty International

27/01/2015 in News

Amnesty International aperta ai giovani: la celebre associazione è infatti alla ricerca di uno stagista che offra supporto alle attività di progettazione e messa in atto della campagna raccolta fondi per il 5×1000.

cc_39_youthpagephotocrop_0L’offerta è rivolta ad ambosessi e lo stage si svolgerà nella città di Roma. Amnesty International, lo ricordiamo, è un’Organizzazione non governativa indipendente, una comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale. L’associazione è stata fondata nel 1961 dall’avvocato inglese Peter Benenson, che lanciò una campagna per l’amnistia dei prigionieri di coscienza. Attualmente, Amnesty International è un movimento globale di oltre sette milioni dipersone che svolgono campagne per un mondo in cui i diritti umani siano goduti da tutti. La sezione italiana di Amnesty International conta circa 2.000 attivisti e oltre 70.000 soci.

Lo stage, che si svolgerà a Roma dal 2 febbraio al 31 marzo, è rivolta  a tutti gli studenti interessati. Le domande vanno presentate entro il 30 gennaio. La figura supporterà l’ufficio nelle attività di promozione della campagna, andando a implementare le attività promozionali (sia on-line che off-line)e andando a studiare nuovi possibili canali di diffusione rispetto a quelli attualmente in uso dall’organizzazione. Inoltre la figura avrà la possibilità di confrontarsi con l’intero Ufficio Raccolta Fondi e di supportarlo, laddove necessario, in altre attività. per questo sono richieste competenze di comunicazione e team working.

Per maggiori Informazioni vedere il sito di Carriere Internazionali

Vai alla barra degli strumenti