Stai visitando l'archivio per formazione Archives - ITalents.

Neet, 1° convegno nazionale: studiosi fatevi avanti

14/06/2016 in News

L’Istituto Toniolo di Studi Superiori, in collaborazione con la Fondazione Cariplo e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, promuove il Convegno Nazionale sui Neet che si terrà a Milano il 3 e il 4 novembre 2016.

Il convegno è inteso come occasione per stimolare un confronto su dati, analisi e iniziative tra i soggetti a vario titolo interessati al fenomeno dei giovani Neet (Not in Education, Employment or Training).

Desta infatti molta preoccupazione il costo sociale del lasciare un’ampia parte delle nuove generazioni a lungo in condizione di inattività, con conseguenze di ordine economico, sociale e psicologico. Il fenomeno va però letto non solo in termini di costi, ma anche di mancata opportunità del sistema paese di mettere la sua componente più preziosa e dinamica nella condizione di contribuire pienamente alla produzione di crescita presente e futura. È evidente, inoltre, come la complessità e la varietà del “fenomeno Neet” debbano essere lette alla luce di molteplici punti vista: psicologico, educativo, sociologico, economico, demografico. Il convegno – il primo nazionale e interdisciplinare in Italia sul tema – ha come obiettivo di porre al centro di riflessione i Neet attraverso uno sguardo ampio e approfondito che consenta di arricchire la conoscenza scientifica del fenomeno, condividere riflessioni di misura e metodo, oltre che dare indicazioni utili in termini di policy.

I contributi del convegno si articoleranno in: Relazioni invitate; Sessioni tematiche; Sessione poster. Nell’ambito delle sessioni tematiche e poster il comitato organizzatore incoraggia gli studiosi interessati a inviare contributi.

l convegno propone le seguenti aree scientifiche per le sessioni tematiche e poster:

Caratteristiche e misura dei Neet. A partire dalla stessa definizione di Neet, la letteratura internazionale mette in luce caratteristiche socio-demografiche molto differenti che variano in base ai contesti sociali e culturali: età, titolo di studio, tempo di inattività, essere Neet come frutto di una scelta, sono solo alcune variabili sulle quali si sta orientando la riflessione sul tema. La presente sessione tematica si pone l’obiettivo di interrogarsi e confrontarsi rispetto alla complessa domanda: chi sono i Neet?

Antecedenti e conseguenze della condizione di Neet. Sebbene la riflessione sui Neet sia molto presente nel panorama scientifico internazionale, si assiste ad una focalizzazione delle ricerche sulle cause socio-economiche del fenomeno, mentre esigui sono i contributi che ne offrono una lettura psico-sociale. La presente sessione si propone di riflettere sui fattori di rischio e di protezione da un punto di vista psicologico, così come sugli esiti sul benessere personale e familiare propri della condizione dei Neet.

Garanzia Giovani ed esperienze di attivazione sul territorio. Sul territorio italiano e internazionale numerosi sono gli interventi rivolti al reinserimento e all’empowerment dei Neet, primo fra tutti “Garanzia Giovani”. La presente sessione tematica si pone l’obiettivo di valutare l’esperienza di “Garanzia Giovani”, condividere “buone prassi”, nazionali e locali, e sviluppo di policy adeguate per il coinvolgimento e il reinserimento dei Neet.

Le proposte degli autori andranno sottoposte in forma di abstract (di massimo 250 parole) entro e non oltre il 24/6/2016 al seguente indirizzo email: convegno.neet@unicatt.it

Le proposte degli autori per le sessioni tematiche e poster dovranno contenere: Nome del proponente, email, ente di appartenenza; Nomi degli (eventuali) coautori, email, ente/i di appartenenza; Titolo del contributo; Descrizione generale del tema trattato (max 250 parole); Scelta della forma di comunicazione (sessione orale o poster), Titolo della sessione tematica selezionata.

Le sessioni tematiche saranno costituite al più da 4 o 5 comunicazioni di circa 15 minuti ciascuna. Un chair per sessione presenterà i lavori e guiderà la discussione. Nella valutazione dei contributi liberi il Comitato Scientifico si riserva di modificare eventualmente l’area tematica in cui il lavoro verrà inserito e di confermare la forma comunicazionale (orale o poster).

In caso di accettazione è richiesto l’invio di un full paper o di un long abstract (entro il 15/09/2016) di almeno 5000 battute comprensive di: 1) l’elenco finale degli autori, delle rispettive email e degli enti di appartenenza; 2) l’indicazione finale dell’autore che discuterà il contributo; 3) il corpo principale del testo contenente introduzione, obiettivi, metodi e conclusioni del lavoro.

Sul sito del convegno saranno date informazioni relative alle misure, agli spazi e ai tempi di esposizione per la sessione poster.

Dopo la conferenza è prevista la pubblicazione degli Atti del convegno in un volume dotato di ISBN.

BEST STAGE 2016

27/05/2016 in News

Torna l’appuntamento annuale della Repubblica degli stagisti, Best Stage 2016. Occasione per fare il punto sul mondo del lavoro e su chi vi si affaccia per la prima volta, sul rapporto tra formazione e lavoro e per proporre idee, l’evento si terrà lunedì 30 maggio – ore 16 – a Palazzo Isimbardi (Sala degli affreschi Via Vivaio, 1- Milano).

Ad aprire i lavori la fondatrice e direttrice della Repubblica degli Stagisti, e neo Presidente di ITalents, Eleonora Voltolina. Seguirà la presentazione della partnership tra Assoconsult e Repubblica degli Stagisti con l’intervento di Carlo Maria Capé, amministratore delegato di Bip e presidente di Assoconsult. Alle 16 al via con la tavola rotonda “I ragazzi tra scuola e azienda: informazione, motivazione, esperienza”: a discuterne Anna Borando, dirigente scolastico dell’IIS “G. Galilei – R. Luxemburg” di Milano; Roberto Zecchino, vicepresidente e direttore HR di Bosch; Daniela Masseroni, campionessa olimpica e fra i testimonial dell’iniziativa “Allenarsi per il futuro”; Fiammetta Magugliani, responsabile amministrativa di Sic srl. Altra tavola rotonda alle 16.45, dal titolo “Dalla scuola al lavoro: come si può migliorare la cinghia di trasmissione?” che vedrà protagonisti l’Agenzia nazionale Giovani con il direttore generale Giacomo D’Arrigo, il Ministero del Lavoro con Luigi Bobba, sottosegretario di Stato, il Ministero dell’Istruzione con Oscar Pasquali capo della Segreteria tecnica e l’Assessorato alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca del Comune di Milano. A moderare Francesco Cancellato, direttore di Linkiesta.it.

A seguire ci sarà la presentazione di Best Stage 2016 e il conferimento AwaRDS 2016.

 

 

Cittadinanza Europea, un corso formativo in Turchia

01/04/2015 in News

Ceipes è alla ricerca di 3 partecipanti italiani interessati al Training Course “Our common identity; European Citizenship” dell’organizzazione turca Youth Group of Evolution. Il Centro Internazionale per la Promozione dell’Educazione e lo Sviluppo è un’organizzazione, globale, internazionale, non profit, autonoma, pluralista, apartitica, che opera per esclusivamente a fini di solidarietà sociale.

Il bando è dedicato ai giovani tra i 18 e i 30 anni e lo scopo del progetto (dal 18 al 25 Giugno 2015) è di promuovere la consapevolezza della cittadinanza Europea e, al contempo, combattere contro le discriminazioni; sono infatti incoraggiate le domande da parte di ragazzi svantaggiati. Il progetto sarà formato da 25 giovani, giovani leader e giovani lavoratori provenienti da Bulgaria, Grecia, Croazia, Francia, Italia, Romania e Turchia, coordinati e supportati da facilitatori e preparatori. Tra le principali attività: workshops, presentazioni, attività di apprendimento interculturale, visite e incontri, valutazioni, attività sportive e pianificazione delle future attività.

Vitto ed alloggio sono coperti al 100% dall’organizzazione ospitante. Le spese di trasporto sostenute dai partecipanti verranno rimborsati a fine progetto al 100% su un massimale di spesa di euro 275 a persona

Scopri come candidarti, clicca qui!

 

Vai alla barra degli strumenti